Manutenzione dpi anticaduta   


La regola tecnica UNI EN 365 specifica i requisiti generali minimi per le istruzioni per l'uso, la manutenzione, l'ispezione periodica, la riparazione, la marcatura e l'imballaggio di DPI contro le cadute dall’alto a cui i fabbricanti devono attenersi per certificare il prodotto immesso nel mercato senza però indicare una tempistica minima.

In virtù di tale norma tutti i dispositivi di protezione individuale contro le cadute dall’alto, che includono sia dispositivi di trattenuta per il corpo sia altri equipaggiamenti utilizzati congiuntamente a un dispositivo di trattenuta per il corpo, per prevenire cadute, per accessi, uscite e posizionamento sul lavoro, per arrestare le cadute e per il salvataggio, necessitano, oltre alle caratteristiche prestazionali, anche di un programma di manutenzione in grado di garantire il funzionamento corretto del dispositivo nel tempo.

La norma regionale Toscana ribadisce questo obbligo espresso nella norma UNI EN 365 lasciando ad ogni singolo produttore le modalità e la periodicità della manutenzione necessaria per considerare il prodotto perfettamente efficiente e un funzionamento sicuro.

Non esistendo una norma obbligatoria che stabilisca quale debba essere la periodicità delle manutenzioni è il fabbricante che, conoscendo le caratteristiche del proprio prodotto e la sua efficacia nel tempo, elabora le istruzioni per l'uso, per la manutenzione e per l'ispezione periodica per ciascun articolo di un DPI o altro equipaggiamento anticaduta.

Il professionista, incaricato di redigere l’Elaborato Tecnico della Copertura, verificate le documentazioni fornite a corredo dei dispositivi permanenti in dotazione alla copertura può esplicitare così la periodicità del programma di manutenzione tenendo conto delle indicazioni fornite dal produttore e del contesto ambientale in cui sono inseriti, prevedendo nel caso di ambienti ad esempio salini, una periodicità che può essere addirittura superiore a quella indicata dal fabbricante stesso.

Generalmente, i dpi anticaduta, vengono sottoposti ad un controllo periodico annuale, da parte di "persona esperta e qualificata", in possesso delle relative conoscenze tecniche.

Ma, tale periodicità, può variare in funzione della frequenza e delle condizioni di utilizzo del dpi stesso da parte dell'utilizzatore, in semestrale e/o trimestrale.

Questo, senza dimenticare il fatto che, il primo "verificatore, è l' "utilizzatore stesso".

Lo staff della ns azienda, si compone di tecnici, "esperti e qualificati", formati, informati ed addestrati, per l'esecuzione dei controlli periodici dei dpi/sistemi anticaduta.

La ns azienda è Centro Manutenzione Autorizzato alla manutenzione periodica di dpi anticaduta PETZL, MSA e KRATOS SAFETY per l'area Toscana.